Pronto intervento del fabbro, quando interviene il professionista?

Parliamo di un tema molto caro a chi decide di mettersi in contatto con un fabbro ma in un certo senso, anche a chi sta prendendo in considerazione di iniziare con questa professione. Parliamo infatti di cosa fa un fabbro per lavoro. Spesso infatti siamo abituati a contattare un professionista per un motivo in particolare, lo facciamo quando magari si presenta una situazione comune come la chiave rotta all’interno della porta. Purtroppo infatti chi ha una serratura vecchia può andare incontro a questo genere di rischi.

Il fabbro però non dovrebbe essere visto unicamente come quel professionista che sblocca la serratura in caso di mal funzionamento o quando non si ha più la chiave. Sono tanti altri i motivi per cui può essere contattato e alcuni fabbri si specializzano in tutt’altro.

Da una parte c’è chi si occupa di pronto intervento fabbro a Roma, in questo caso lavorano soprattutto sulle emergenze come appunto una serratura bloccata o difettosa. Dall’altra ci sono i fabbri maggiormente creativi che per esempio vanno a realizzare importanti elementi di decoro.

Una cosa certa è che quello del fabbro non è un lavoro facile. Deve essere una persona dotata di una grande forza fisica, resistenza alle alte temperature necessarie per la lavorazione dei metalli e ovviamente anche la capacità di stare a lungo in una stessa posizione. Il fabbro deve anche saper rapportarsi bene con le persone contando che deve capirne le esigenze per offrirgli il servizio migliore.

Tra i lavori più comuni che svolge un fabbro troviamo:

  • Sbloccare la serratura
  • Cambiare una serratura difettosa o semplicemente sostituirla per motivi di sicurezza
  • Si occupa di riparare vari tipi di oggetti in metallo. Lavora molto su ganci e catene.
  • Va ad affilare le lame dei coltelli ma le forgia anche.
  • Si occupa di realizzare elementi decorativi, come per esempio cancelli
  • Salda i metalli e li lucida anche
  • Si occupa di riparare le cassaforti ma anche di installarle e aprirle.